Vai al contenuto

Guida ai bonus edilizi 2024: quali restano, e quali scadono

  • news

Il panorama dei bonus edilizi è in fase di riforma, con l’obiettivo di aumentare la trasparenza e superare la frammentazione esistente. A partire dal 2024, alcune detrazioni subiranno cambiamenti significativi, mentre altre saranno confermate o ridimensionate. Scopriamo insieme cosa ci aspetta nel prossimo anno.

A fine ottobre 2023, gli investimenti ammessi a detrazione fiscale hanno raggiunto i 92 miliardi di euro, secondo i dati dell’Enea. I Bonus edilizi e Superbonus, oggetto di discussione politica, subiranno una riforma generale nel 2024 per rendere il quadro più chiaro e coerente nella concessione delle detrazioni fiscali. Alcuni bonus sopravviveranno, ma con una riduzione percentuale sugli sgravi fiscali. Vediamo quali benefici potremo richiedere entro il 2024.

Superbonus al 70%

A partire dal 1° gennaio 2024, il Superbonus, precedentemente al 90%, subirà una riduzione al 70%. Questo bonus, applicato a lavori edilizi su villette e condomini con opere trainanti di efficientamento energetico e altre migliorie, vedrà una progressiva diminuzione nel corso degli anni.

Bonus Ristrutturazioni confermato

Il Bonus Ristrutturazioni rimarrà valido per tutto il 2024, garantendo una detrazione del 50% su una spesa massima di 96mila euro per singola unità immobiliare.

Taglio al Bonus Mobili

Il Bonus Mobili, sebbene rimanga attivo, subirà un taglio. Dal 2024, la detrazione massima Irpef sarà ridotta a 5mila euro, applicabile all’acquisto di elettrodomestici e mobili efficienti, da abbinare a lavori di ristrutturazione.

Bonus Barriere Architettoniche fino al 2025

Resta invariato il Bonus Barriere Architettoniche, confermato almeno fino al 2025, con un tetto di spesa detraibile che varia da 30mila a 50mila euro, a seconda delle dimensioni dell’edificio.

Sismabonus invariato

La messa in sicurezza delle abitazioni in zone sismiche rimane una priorità nel 2024, con lo Sismabonus fisso al 50% per spese massime di 96mila euro, e la possibilità di ottenere l’85% per lavori che riducono il rischio sismico.

Ecobonus e Bonus Verde mantenuti

Ecobonus e Bonus Verde non subiscono tagli nel nuovo anno, continuando a sostenere interventi ecologici come la sostituzione degli infissi, il cappotto termico e gli impianti a biomasse, oltre a progetti di riqualificazione di giardini e aree verdi.

Bonus cancellati nel 2024

Alcuni bonus, tuttavia, saranno cancellati a partire dal 2024. Addio al Bonus Acqua Potabile, Bonus Case Green, e Bonus Trasporti, quest’ultimo incorporato nella prorogata Carta “Dedicata a te” per il 2024. Altri incentivi minori sono stati eliminati dalla legge di Bilancio. La riforma del 2024 porterà cambiamenti significativi nel panorama dei bonus edilizi, richiedendo una valutazione attenta per chi intende usufruirne.

Autore

Arsenale 1104 è una società di gestione e investimento immobiliare "all-inclusive" che offre servizi per case, ville e appartamenti vacanza a Venezia, Padova, Vicenza e Verona. Possiamo aiutarti e gestire il tuo immobile?