Vai al contenuto

I prezzi delle case nell’Unione Europea scendono per due trimestri di fila

  • news

Nel primo trimestre del 2023, i prezzi delle case nell’Unione Europea hanno registrato un calo dello 0,7% rispetto al quarto trimestre del 2022, che a sua volta aveva segnato un calo del 1,4%. Questo significa che si tratta di due trimestri consecutivi di declino, un fenomeno che non si verificava da inizio 2013. Questi i dati pubblicati da Eurostat evidenziano questa situazione. Vediamo i dettagli.

Nella zona euro, i prezzi delle case hanno registrato una diminuzione media dello 0,9% tra gennaio e marzo, rispetto al calo dell’1,7% del quarto trimestre del 2022, rappresentando così la prima volta in cui si osservano diminuzioni trimestrali consecutive.

Tra i 27 Paesi membri, i prezzi delle case sono diminuiti su base trimestrale in 11 Stati. Le maggiori crescite sono state registrate in Danimarca (+2,5%), Ungheria (+2,2%), Croazia e Cipro (entrambi +2%). I maggiori cali si sono verificati in Lussemburgo (-4,1%), Germania (-3,1%) e Finlandia (-1,8%).

La pressione sui prezzi delle abitazioni è coincisa con un inasprimento delle condizioni di credito a seguito dell’aumento dei tassi d’interesse da parte della Banca Centrale Europea (BCE). La BCE ha innalzato il costo del denaro fino al 4% dopo aver attuato otto aumenti consecutivi a partire da luglio 2022.

Autore

Arsenale 1104 è una società di gestione e investimento immobiliare "all-inclusive" che offre servizi per case, ville e appartamenti vacanza a Venezia, Padova, Vicenza e Verona. Possiamo aiutarti e gestire il tuo immobile?