Vai al contenuto

Mercato immobiliare in crisi: vendite in caduta libera in Veneto

  • news

Il mercato immobiliare in Veneto sta attraversando un momento critico. Gli appartamenti sono sempre più costosi, anche in periferia, dove un tempo il risparmio era garantito. I mutui sono difficili da ottenere e i tassi di interesse elevati hanno scoraggiato molti potenziali acquirenti. Di conseguenza, per il secondo anno consecutivo, le vendite sono crollate in tutta la regione. I dati dell’Osservatorio immobiliare dell’Agenzia delle Entrate mostrano un calo del 20,4% delle transazioni tra gennaio e marzo rispetto allo stesso periodo del 2023. Le città più colpite sono Belluno, con un calo del 21%, e Vicenza, con una diminuzione del 20,8%. Anche Treviso e Verona hanno registrato cali significativi, vicini al 20%. Solo Venezia ha resistito relativamente bene, con un calo del 6%.

Padova e Rovigo: le eccezioni

In controtendenza, Padova e Rovigo hanno visto un aumento delle vendite, rispettivamente del 7,8% e del 3,5%. Marco Bettiol, presidente di Fiaip Venezia e vicepresidente del Centro studi nazionale Fiaip, spiega che a Padova, soprattutto nel centro città, gli investimenti immobiliari sono destinati principalmente agli affitti, specialmente per gli studenti universitari.

Il mercato immobiliare in Veneto nel I trimestre 2024

Le cause della crisi

La flessione delle vendite segue una tendenza nazionale iniziata nel 2023. Luca Dondi, amministratore delegato del centro studi Nomisma, attribuisce questa situazione a diverse concause, tra cui l’incertezza economica e l’alto costo dei mutui, che hanno ridotto la domanda di acquisto.

Affitti in aumento

Con la diminuzione delle vendite, è aumentata la richiesta di locazioni, con un incremento del 3% su scala nazionale. Tuttavia, anche i canoni di affitto sono aumentati vertiginosamente. A San Donà di Piave, ad esempio, l’affitto di un appartamento di 60-70 metri quadrati può raggiungere i 900 euro al mese, una cifra comparabile a quella di Mestre.

Prezzi da capogiro

Chi decide di acquistare un appartamento deve affrontare costi elevatissimi. Nei centri storici delle città d’arte, i prezzi oscillano tra i 6.000 e i 9.000 euro al metro quadro. A Treviso, ad esempio, all’interno delle mura il costo è di circa 8.000 euro al metro quadro. Anche fuori dai quartieri più prestigiosi, i prezzi restano elevati, con una nuova abitazione di 70 metri quadrati che costa almeno 250.000 euro. Questo ha annullato la differenza di costi tra città e periferia.

Il mercato dell’extra lusso

Nonostante la crisi, il mercato delle abitazioni di lusso non conosce difficoltà. Le case sopra i 500.000 euro, specialmente nei centri storici, continuano ad attrarre acquirenti, spesso stranieri. Tuttavia, trovare abitazioni nel range tra i 250.000 e i 400.000 euro è più difficile. Nomisma avverte che, sebbene un atteggiamento più accomodante della BCE possa favorire la ripresa, sarà necessaria una fase di normalizzazione per ristabilire condizioni favorevoli alla domanda.

Autore

Arsenale 1104 è una società di gestione e investimento immobiliare "all-inclusive" che offre servizi per case, ville e appartamenti vacanza a Venezia, Padova, Vicenza e Verona. Possiamo aiutarti e gestire il tuo immobile?